L’Associazione “Terra Umbra” Eggi-Spoleto componente della Coalizione delle Associazioni giovanili umbre presenta la candidatura regionale unica italiana Perugia Capitale Europea dei Giovani 2017.

21 06 2014

ImmaginePerugia European Youth Capital 2017 Candidate City’s Youngs at work Foto di Claudio Crispoltoni fotomontaggio Alessandro Ciamarra

 

Cari Lettrici e Cari Lettori,

vi scrivo per parlarvi dell’attività delle oltre 50 Associazioni giovanili della Provincia di Perugia, del Comune di Perugia e della Regione Umbria e di alcune associazioni giovanili spoletine, tra le quali la nostra Associazione”Terra Umbra” Eggi-Spoleto e “LaMama International”,  con la speranza che aderiscano associazioni e città della Valnerina, insieme alle oltre 60 associazioni giovanili nella provincia di Perugia per la candidatura regionale Perugia Capitale Europea dei Giovani 2017. Nella parte sottostante di questo comunicazio c’è la presentazione della candidatura bilingue e come si legge a questo link del sito  http://www.perugiaeyc2017.eu/it/pagina/perugia-candidata-capitale-europea-dei-giovani-2017 e a questa pagina (alla quale vi chiedo di mettere “mi piace” https://www.facebook.com/pages/Perugia-European-Youth-Capital-2017-Candidate-City/688349701215341?fref=ts) l’obiettivo è di far diventare l’Umbria per un anno il centro della cultura giovanile europea nel 2017, insieme ad altre associazioni umbre ed europee, in collaborazione con la Fondazione PerugiaAssisi 2019.

Se dovessimo riuscire a superare la seconda fase che scade il 29 Giugno in competizione con altre 4 città europee, la Coalizione accedere alla fase finale con altre candidate europee.

Per favore mettte mi piace alla pagina https://www.facebook.com/pages/Perugia-European-Youth-Capital-2017-Candidate-City/688349701215341?fref=ts) e controlla gli eventi del mese di Giugno promossi dalle Associazioni della Candidatura http://www.perugiaeyc2017.eu/it/eventi.

Grazie, buon lavoro e a presto

Alessandro Ciamarra

Presidente Associazione culturale “Terra Umbra” Eggi-Spoleto associazioneterraumbraspoleto.wordpress.com

Gruppo Comunicazione Perugia Capitale Europea dei Giovani 2017

http://www.perugiaeyc2017.eu/

https://www.facebook.com/pages/Perugia-European-Youth-Capital-2017-Candidate-City/688349701215341?fref=ts

 

Coalizione per Perugia candidata Capitale Europea dei Giovani 2017
Contact person: Vincenzo Andricciola – E-mail: pg.eyc.2017@gmail.com – Tel.: +39 340 3708435

Perugia candidata Capitale Europea dei Giovani 2017

Il Forum Europeo dei Giovani ha lanciato a Bruxelles nel 2007 l’iniziativa della “Capitale Europea dei Giovani” (EYC). Questo titolo

viene assegnato a una città europea per un periodo di un anno, durante il quale i giovani possono rappresentare lo sviluppo culturale, sociale ed economico della città. La “Capitale Europea dei Giovani” è un’iniziativa che incoraggia lo sviluppo di progetti innovativi legati alla partecipazione attiva dei giovani nella società e cerca di presentare un modello di sviluppo per le città europee.
Una città può diventare “Capitale Europea dei Giovani” se si distingue positivamente grazie a un ambizioso programma che coinvolge i giovani come protagonisti. Il titolo viene assegnato da una giuria composta da organizzazioni giovanili europee e partner istituzionali.
Il Forum Europeo dei Giovani ha assegnato il primo titolo a Rotterdam (Olanda) nel 2009. Da allora ha premiato Torino nel 2010, Anversa (Belgio) nel 2011, Braga (Portogallo) nel 2012, Maribor (Slovenia) nel 2013, Salonicco (Grecia) nel 2014, Cluj Napoca (Romania) nel 2015 e Ganja (Azerbaijan) nel 2016.

Il Percorso

Nella seconda parte del 2013, un gruppo di giovani attivi, anche grazie al percorso intrapreso nel 2010 dalla città per la candidatura a Capitale Europea della Cultura 2019 (ECoC), ha iniziato un cammino condiviso che ha portato alla costituzione di una larga coalizione con più di 50 Associazioni giovanili per Perugia European Youth Capital 2017. La candidatura è stata portata avanti anche grazie al supporto del Comune di Perugia, della Fondazione Perugiassisi2019 e del Forum Nazionale Giovani (FNG).
Il 23 aprile 2014 il Forum Europeo dei Giovani ha comunicato che la candidatura di Perugia è stata inserita nella short list delle 5 città selezionate per competere al titolo, insieme a Cascais (Portogallo), Galway (Irlanda), Newcastle (Regno Unito) e Varna (Bulgaria).

La coalizione

La coalizione per Perugia European Youth Capital 2017 è composta da Associazioni che hanno numerosissimi interessi, specchio delle modalità differenti di impegno civile dei giovani. Fanno parte del Forum Associazioni studentesche e ambientaliste, Associazioni laiche e religiose, Associazioni di promozione dello sport e della cultura. All’interno della coalizione sono inoltre presenti dei gruppi di lavoro con l’obiettivo di completare la redazione del dossier definitivo utile alla candidatura.

Coalizione per Perugia candidata Capitale Europea dei Giovani 2017
Contact person: Vincenzo Andricciola – E-mail: pg.eyc.2017@gmail.com – Tel.: +39 340 3708435

Le priorità

Le Associazioni giovanili della coalizione stanno lavorando sul progetto di candidatura partendo dalle priorità europee dei giovani: Creazione di un modello di partecipazione attiva per i giovani a livello locale (Città, Regione); apprendimento interculturale con una dimensione europea; mobilità giovanile in Europa; incentivazione dell’espressività creativa dei giovani; educazione e promozione dei diritti dell’uomo; educazione non formale ed educazione alla pari (attraverso il principio del learning by doing); inclusione sociale dei giovani con meno opportunità; disoccupazione e lavoro giovanile (Youth Guarantee); volontariato giovanile.
Partendo da queste priorità le Associazioni giovanili della Coalizione hanno già previsto quattro grandi aree per le attività del 2017 che sono centrali per i giovani europei:

o Multiculturalismo ed espressione artistica;
o educazione e volontariato;
o lavoro giovanile, imprenditorialità, creatività;
o partecipazione e giustizia Intergenerazionale.

Dimensione Europea

Oltre ai numerosi benefici a lungo termine, la città godrà di diversi vantaggi entro l’anno effettivo della nomina. Il più evidente di questi vantaggi è l’opportunità di mostrare le sue tematiche giovanili culturali e professionali su scala europea. La città sotto i riflettori dei media, crea inevitabilmente una significativa popolarità, spendibile anche sul versante del turismo. La città sarà inoltre un luogo di incontri internazionali ed europei anche su larga scala con al centro le dinamiche e le tematiche giovanili.

Dimensione regionale e locale

Per quanto riguarda l’impatto regionale, il titolo mira alla realizzazione di un forum incentrato su un pensiero nuovo e creativo in cui i progetti e idee possono stimolare una vita culturale più incisiva e incoraggiare i cittadini fin nelle aree più remote avvicinandoli alle dinamiche vivaci di un centro virtuoso, così da accorciare le distanze che non sono solo fisiche. Lo sviluppo di programmi nel corso dell’anno della Capitale Europea dei Giovani potrà ricevere uno slancio di programmi sostenibili a lungo termine. Essere Capitale Europea dei Giovani offre l’opportunità per realizzare percorsi di finanziamenti pubblici aggiuntivi e possibili donatori privati interessati al progetto.

Per approfondimenti: http://www.europeanyouthcapital.org

Coalizione per Perugia candidata Capitale Europea dei Giovani 2017

sito: http://www.perugiaeyc2017.eu/it

like this page https://www.facebook.com/pages/Perugia-European-Youth-Capital-2017-Candidate-City/688349701215341?fref=ts

Contact person: Vincenzo Andricciola – E-mail: pg.eyc.2017@gmail.com – Tel.: +39 340 3708435

English version

Perugia European Youth Capital 2017 Candidate City

The ‘European Youth Capital’ is a title awarded to a European city for the period of one year, during which it will be given the chance to showcase, through a multi-faceted programme, its youth-related cultural, social, political and economic life and development.

The first European Youth Capital was Rotterdam (the Netherlands) in 2009. The European Youth Forum has developed a transparent and fair competition open to all European municipalities, and has since awarded the EYC 2010 title to Turin (Italy), EYC 2011 to Antwerp (Belgium), EYC 2012 to Braga (Portugal), EYC 2013 Maribor (Slovenia), EYC 2014 Thessaloniki (Greece), EYC 2015 Cluj Napoca (Romania) and EYC 2016 Ganja (Azerbaijan)

Roadmap

In the second part of 2013, a group of active young people began following a path that led to the formation of a broad coalition of more than 50 associations to candidate Perugia as European Youth Capital in 2017. The application has been carried out with the support of the Municipality of Perugia, Perugiassisi2019 Foundation and the National Youth Forum of Italy. On April 23 2014, the European Youth Forum announced that the candidature of Perugia has been included in the short list of five cities selected to compete for the title, along with Cascais (Portugal), Galway (Ireland), Newcastle (United Kingdom) and Varna (Bulgaria).

Coalition

The Forum is made up of student and environmental associations, secular and religious associations, associations for the promotion of sports and culture. The coalition has set up several working groups that are working to develop the program of the final dossier.

Priorities

 

  • Multiculturalism + Art 
  • EducationV olunteering -­‐
  • Employment for young people + Entrepreneurship + Creativity 
  • Participation + Intergenerational Justice

 

Timeline

  • June 29 2014: Recommendations on complete applications
  • August 7 2014: Jury deliberation on the shortlisted cities -­‐
  • November 2014: Assignment of the title “European Youth Capital 2017”

 

Coalition for Perugia candidate city for European youth Capital 2017

site: http://www.perugiaeyc2017.eu/it

like this page https://www.facebook.com/pages/Perugia-European-Youth-Capital-2017-Candidate-City/688349701215341?fref=ts

Contact person: Vincenzo Andricciola

 E-­‐mail: pg.eyc.2017@gmail.com Tel.:+39 340 3708435

Annunci




Buona Pasqua

22 04 2011

L’Associazione Terra Umbra augura a tutti una splendida Pasqua.

Buona Pasqua





Progetto cortometraggio: l’Amore nelle radici

15 04 2011

                     Si ringrazia Emanuele Rizzuto per la foto


Si trasmette il trailer del medio-metraggio “L’Amore nelle radici” che nel prossimo mese sarà presentato alla Biblioteca Comunale di Spoleto.
Nel cortometraggio “l’Amore nelle radici” saranno trattate tematiche come l’Amore, l’amicizia, l’amore per le tradizioni e per la città di Spoleto, con  un flashback al XVI° secolo. L’idea è di Alessandro Ciamarra, autore del testo insieme a Danilo Santi e Filippo Titta.
La regia è di Filippo Titta in collaborazione con Roberto Marandola. I costumi rinascimentali sono di Maria Grazia Volpi, costumista di fama internazionale, già collaboratrice del Festival dei Due Mondi di Spoleto.
I figuranti sono dell’Associazione Terra Umbra, dell’Associazione culturale “Fare Cultura”, L’esecuzione musicale è affidata agli ottoni della Banda Città di Spoleto, il madrigale finale dell’ ” Ensemble Lucrezia Borgia” di Spoleto e ai musici del gruppo Sbandieratori della Città di Montefalco. Per la danza Arianna Patito e Ariela Ponti della Scuola “Arabesque Danza Classica e Moderna” di Castel Ritaldi. Si ringrazia Alberto Stella per la balestra.
Fotografi: Emanuele Rizzuto, Elisa Bistocchi, Jacopo Feliciani
Il pittore Cosimo Brunetti ha realizzato lo stendardo.

Gli attori e le comparse sono:

Fabio Pinchi
Alessia Lauteri
Mary Perotti
Elisa Di Loreto
Cesare Proietti Silvestri
Alessandro Ciamarra
Elisa Bistocchi
Sandro Fiorelli
Danilo Santi
Paolo Parigi
Jacopo Feliciani
Sandro Costanzi
Barbara Quondam Antonio
Giacomo Mollaioli
Gherardo Villani
Gianluca Coricelli
Carlo Favetti
Filippo Musco
Massimiliano Fagotti
Gianluca D’Angeli
Luigi Pocaforza
Emanuela Brigini
Valerio Rosati
Giulio Fabiani
Sabrina Fabiani
Diletta Passeri
Elena Piccioni
Federica Fioretti
Sara Minestrini
Ariela Ponti
Arianna Patito
Carlo Favetti
Alessandro Boccolucci
Gruppo turistico di Tivoli
Ermete Giuliano e i suoi a mici

Maria Teresa Ciardelli sarta
Patrizia Ledda calligrafa
Per ulteriori informazioni sul progetto potete contattarci all’indirizzo: terraumbra@alice.it

l’iniziativa è realizzata con il contributo di:

Regione Umbria

 

 

 

Comune di Spoleto

Cassa di Risparmio di Spoleto

 

 

Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto

 

 

 

 

 

 

 

 

Agenzia di viaggio il Postiglione Spoleto

 

 

 

 

 

Associazione Rocca Albornoziana di Spoleto

 

 

 

 

 

Cooperativa Sistema Museo Spoleto

 

 

 

 

Sbandieratori e Musici della Città di Montefalco

 

 

 

 

Comitato dei Migranti di Spoleto
Looks Coiffeur di Beatrice Carlini ad Eggi





Statuto dell’Associazione Terra Umbra

15 04 2011

COSTITUZIONE DI ASSOCIAZIONE REPUBBLICA ITALIANA

ATTO COSTITUTIVO

Il giorno 19 Febbraio 2009 alle ore presso l’abitazione di uno dei soci fondatori Alessandro Ciamarra ad Eggi in Via del Borgo 4, si sono riuniti i signori: ALESSANDRO CIAMARRA, nato a Spoleto il 7-10-1983, residente a Eggi in Via del Borgo 4, Spoleto, di professione studente.
ELISA BISTOCCHI, nata a Foligno il 14-06-1982 residente a Foligno in Via del Colle San Giovanni Profiamma, di professione web designer. 1°) I Signori Alessandro Ciamarra ed Elisa Bistocchi dichiarano di comune accordo di voler costituire, come di fatto con il presente atto costituiscono, una Associazione denominata TERRA UMBRA.
2°) L’associazione ha sede ad Eggi, temporaneamente presso l’abitazione del Signor Alessandro Ciamarra e cioè in Via del Borgo n° 4. La sede potrà essere trasferita in altro luogo per deliberazione del Consiglio Direttivo potranno essere istituite sedi e sezioni distaccate.
3°) L’associazione non ha scopi di lucro e si propone di fare ricerche e di realizzare produzioni e manifestazioni sui rapporti fra le Arti e sulle loro possibili convergenze, attuando ogni forma di collaborazione con persone, Enti e Istituzioni pubbliche e/o private, in Italia e/o all’estero per la più efficace realizzazione degli scopi statutari e per la diffusione e la valorizzazione dei prodotti e delle iniziative.
4°) La durata dell’Associazione è fissata a tempo indeterminato a far principio da oggi stesso.
5°) L’Associazione è retta dallo statuto che viene allegato al presente atto costitutivo come parte integrante e sostanziale.
6°) Sono organi dell’Associazione: Il Presidente, il Vicepresidente, il Consiglio Direttivo e l’Assemblea dei soci.
7°) I convenuti deliberano all’unanimità di nominare Presidente Alessandro Ciamarra e Vicepresidente Elisa Bistocchi; entrambi dichiarano di accettare la carica conferita.

STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE “TERRA UMBRA”

Art. 1 – E’ costituita l’Associazione denominata Terra Umbra.
La sede legale dell’Associazione viene ora stabilita a Eggi in Via del Borgo 4. Il consiglio Direttivo, con deliberazione verbalizzata può decidere di trasferire in qualunque altra località la sede legale, senza che tale deliberazione comporti modifiche allo statuto.
Possono essere istituite sedi e/o sezioni in Italia e/o all’estero, a seguito di appostia deliberazione verbalizzata da parte del Consiglio Direttivo; ciascuna sede o sezione dovrà essere regolamentata da apposite norme deliberate dal Consiglio Direttivo. La durata dell’Associazione è illimitata.
L’associazione non persegue scopi di lucro.

Art. 2 – Sono scopi dell’Associazione: a) effettuare ricerche e sperimentazioni sui rapporti fra tutte le Arti, a livello storico e contemporaneo; b) individuare nuove possibili convergenze fra i diversi linguaggi artistici; c) realizzare produzioni e manifestazioni conseguenti; d) organizzare mostre , spettacoli, corsi, seminari, convegni e concorsi; e) effettuare riprese audio-video, produrre CD e DVD, pubblicare testi; f) attuare ogni forma di collaborazione con persone, Enti e Istituzioni pubbliche e/o private, in Italia e all’estero, per la più efficace realizzazione degli scopi statutari e per la diffusione e la valorizzazione dei prodotti e delle iniziative.

Art. 3 – Sono organi dell’Associazione: il Presidente, il Vicepresidente, il Consiglio Direttivo, e l’Assemblea dei Soci.
Al Presidente spettano i poteri della gestione ordinaria e straordinaria e rappresenta l’Associazione a tutti gli effetti. Il Presidente, nominato contestualmente alla firma dell’atto costitutivo, rimane in carica un quinquennio e può essere rinnovato per un periodo uguale o inferiore.
Il Vicepresidente, nominato contestualmente alla firma dell’atto costitutivo, coadiuva il Presidente e lo sostituisce a tutti gli effetti in caso di necessità. Rimane in carica un quinquennio e può essere rinnovato per un periodo uguale o inferiore.
Sia il Presidente che il Vicepresidente possono presentare per iscritto le dimissioni, motivandole adeguatamente, in qualunque momento: in questi casi l’Assemblea dovrà adottare le deliberazioni conseguenti.
Il Consiglio Direttivo può nominare un Presidente e un Vicepresidente onorari, senza diritto ala voto.

Art. 4 – Il Consiglio Direttivo esamina e approva, deliberando a maggioranza, tutti i progetti e tutte le proposte di attività, nonché i bilanci preventivi e i conti consuntivi.
Per il primo quinquennio il Consiglio Direttivo è formato dai tre sottoscrittori dell’atto costitutivo. Possono essere eventualmente cooptati, per specifiche finalità o necessità , uno o più Soci fra tutte le categorie di Soci previste nel presente statuto.

Art. 5 – L’Assemblea convocata dal Presidente, si riunisce almeno una volta l’anno per discutere sui programmi e sui bilanci. Alle Assemblee possono partecipare tutti i Soci delle diverse categorie previste, hanno diritto di voto i Soci Ordinari e i Soci Sostenitori. Le deliberazioni vengono adottate a maggioranza. L’Assemblea elegge i membri del consiglio Direttivo alla scadenza prevista, o in caso di dimissioni, e i tre revisori dei conti.

Art. 6 – Sono previste le seguenti categorie di Soci: Ordinari, Collaboratori, Sostenitori, Onorari. Sono Soci Ordinari coloro che versano annualmente la quota stabilita dal Consiglio Direttivo; sono Soci Collaboratori coloro che partecipano soltanto temporaneamente o saltuariamente alle attività dell’Associazione; sono Soci sostenitori coloro che contribuiscono alla realizzazione degli scopi statutari e/o di singoli programmi; sono Soci Onorari personalità del mondo dell’arte, della cultura, della politica, della pubblica amministrazione.
Tutti i Soci sono nominati dal Consiglio Direttivo.
Ciascun Socio è tenuto a svolgere le funzioni e le prestazioni che risulteranno utili e necessarie per la migliore e completa realizzazione degli scopi statutari, in base alle specifiche competenze e funzioni attribuite. Per le prestazioni effettuate ciascun socio ha diritto; oltre al rimborso delle spese sostenute e documentate, a un compenso adeguato, calcolato in base alle disponibilità del bilancio e liquidato a fronte della presentazione della documentazione richiesta.
Ogni Socio può essere espulso per inefficienza, per morosità o per comportamenti contrari agli interessi dell’Associazione e che possano comunque compromettere il buon nome dell’Associazione e il miglior esito delle attività.

Art. 7 – Il patrimonio dell’Associazione è costituito : a) da tutto il materiale che i soci doneranno o metteranno a disposizione dell’Associazione ; b) dai beni mobili e immobili comunque acquisiti; c) dai proventi derivanti dalle attività dell’Associazione; d) da contributi e/o sovvenzione e/o sovvenzioni e/o donazioni e/o partecipazioni da parte di persone e da parte di Enti e Istituzioni pubbliche o private.
Ogni atto concernente il patrimonio deve essere deliberato all’unanimità dal Consiglio Direttivo , sentita l’Assemblea dei Soci.
Le rendite provenienti dai beni costituenti il patrimonio così come i proventi derivanti da eventuali alienazioni devono essere utilizzati esclusivamente a beneficio dell’Associazione e delle sue attività.
In caso di scioglimento, che dovrà essere deliberato dalla maggioranza dei due terzi degli aventi diritto al voto, tutti i beni esistenti all’atto dello scioglimento dovranno essere alienati alle migliori condizioni e i proventi, eliminata ogni eventuale pendenza, dovranno essere impiegati esclusivamente, fino a loro esaurimento, per la realizzazione degli scopi statutari.

Art. 8 – Per quanto non esplicitamente previsto, si fa riferimento alle leggi e alle disposizioni vigenti.

Con approvazione dell’Agenzia delle Entrate ufficio di Spoleto 24 Marzo 2009.

Il giorno 15 Novembre 2012 la Sig. ra Elisa Bistocchi ha dato le dimissioni dall’Associazione.