Depliant 2 Maggio 2011

3 05 2011

ATTIVITA’ ASSOCIAZIONE
Sostegno psicologico e logistico ai familiari, amici e p a re n t i d i p e rs o n e a f fe tta d a l D i st u r b o d e l Comportamento Alimentare, attraverso incontri periodici nei quali è possibile chiedere aiuto ai specialisti, collaboratori professionali sanitari ed operatori socio-sanitari.
D i v u l ga z i o n e e s e n s i b i l i z za z i o n e d e l l e att u a l i c o n o s c e n z e s c i e n t i f i c h e s u i D i s t u r b i d e l C o m p o r t a m e n t o a l i m e n t a r e , s u l l e p o s s i b i l i t à terapeutiche, rischi correlati alla patologia per la salute psico-fisica, attraverso campagne informative ed educative, con la collaborazione di Istituzioni, rivolte ai ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado. INFORMAZIONI E FORMAZIONE
Organizzare convegni, seminari, congressi e corsi di formazione rivolti alle persone adulte al fine di sviluppare le conoscenze sui Disturbi Alimentari. Promozione di ogni azione diretta a sensibilizzare l’opinione pubblica relativamente ai disturbi alimentari.

SEDE PRESSO OSPEDALE SAN MATTEO DEGLI INFERMI
IL NOSTRO SPORTELLO E’ APERTO LUNEDI’ POMERIGGIO DALLE 15:00 ALLE
18.30
GIOVEDI’ MATTINA DALLE 9.00 ALLE 13.00
CELL 334/2811043
Associazione
IL GIRAS LE
In Memoria di Cinzia

associazione di volontariato
per pazienti affetti dai disturbi del comportamento alimentare

email ilgirasole.spo@libero.it

IL PRIMO LUNEDI’ DI OGNI MESE ALLE
15.30 PRESSO LA PALAZZINA MICHELI INCONTRO CON I FAMILIARI PER PARLARE DELLE PROBLEMATICHE RELATIVE AL DISTURBO
DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE.
PERCORSO FORMATIVO PER DOCENTI SCUOLE MEDIE INFERIORI E SUPERIORI
SUI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

2 maggio – 16 maggio 2011 dalle 15.30 alle
17.30 presso la Palazzina Micheli
iscrizione obbligatoria info 334/2811043.
MOTIVAZIONI CHE HANNO ISPIRATO IL CORSO

Le preoccupazioni estetiche per l’immagine del proprio corpo, dei giovani e degli adolescenti nei paesi industrializzati sono notevolmente cambiati negli ultimi cinquanta anni. Le preoccupazioni maggiori si concentrano molto sul peso e sul grasso.
Molte persone grasse si vergognano dolorosamente di esserlo. Molte persone si sentono grasse senza
esserlo. Un numero sempre più elevato di individui, soprattutto donne, dedica grande attenzione e preoccupazione al controllo del peso e dell’immagine per mezzo di diete, esercizio fisico e altri comportamenti, più o meno nocivi.Il fenomeno disegna lo sfondo sul quale va collocato e interpretato il progressivo aumento dei Disturbi del Comportamento Alimentare. Nei paesi industrializzati, compresa l’Italia, ogni 100 ragazze in età di rischio (12-25 anni) 8-10 soffrono di qualche disturbo del comportamento alimentare: 1-2 nelle forme più lievi, spesso transitorie, di disturbi parziali, sublimanali. Tra le giovani la prevalenza della bulimia (1%) è maggiore di quella dell’anoressia (0,3-0,5%). Nella moderna società risulta fondamentale che un’istituzione come la Scuola concorra alla
formazione della coscienza sanitaria dell’individuo anche con progetti di educazione all’immagine. E’ pertanto opportuno attuare interventi preventivi di educazione alla salute nell’adolescenza, periodo in cui i giovani possono consolidare le proprie idee, mettere in discussione in modo critico le informazioni
ricevute in famiglia e dai mezzi di comunicazione di massa e acquisire una certa autonomia in grado di responsabilizzarli e renderli indipendenti. Compito degli educatori dovrebbe, quindi essere quello non solo di addestrare i ragazzi ad un pensiero critico rispetto all’immagine e non solo, piuttosto, di accompagnarli nella conquista di un atteggiamento esistenziale, necessariamente individuale, che consenta loro di capire, scegliere, trovare il percorso più adeguato al raggiungimento di un sano benessere psico-fisico.
E’ PREVISTA LA PARTECIPAZIONE:
Dott. Luca Sapori Direttore Sanitario San Matteo degli Infermi
Assessore alla Coesione Sociale Paolo Proietti
RELATORI
Dott.ssa Bianchini Paola docente all’università di
Perugia, cattedra di filosofia estetica Dott.ssa Marucci Simonetta medico endocrinologo, nutrizionista, esperta di DCA Dott.ssa Crispolti Claudia psicologa esperta di DCA
Ore Previste/Moduli/date:
Il Corso si svolge in due moduli di due ore ciascuno per il totale di 4 ore.
Il primo modulo il 2 maggio 2011 dalle 15.30 alle
17.30 presso la Palazzina Micheli
Il secondo modulo il 16 maggio 2011 dalle 15.30 alle 17.30 presso la Palazzina Micheli
Contenuti
Forme della conoscenza, forme della sofferenza: disagio giovanile e costruzione del sentimento identitario
Educazione all’ascolto attivo
Cibo ed emozioni
Relazione e comunicazione nell’adolescenza Relazioni e sentimenti: educare all’affettività Promuovere la stima di sé educando ai valori Metodologia didattica
Il corso di formazione si svolge secondo un approccio multidisciplinare: psico-pedagogico, fenomenologico-esistenziale e pedagogico, non trascurando le implicazioni sociologiche che tali argomenti contengono.
Negli incontri è prevista la presentazione di materiale audio-video.

ISCRIZIONE OBBLIGATORIA INFO:
334/2811043
Costo di 10,00 EURO

CHI SIAMO
Associazione di volontariato
“IL GIRASOLE”
è una associazione di Volontariato, nata per la volontà di un ristretto comitato promotore di familiari di pazienti con disturbi del comportamento alimentare
( DCA).
Persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale, civile e culturale, senza scopo di lucro.
Ha come scopo il sostegno ai pazienti e ai loro familiari in collaborazione e sinergia con la struttura pubblica dedicata al trattamento dei disturbi del Comportamento Alimentare in età pediatrica ed evolutiva dellAsl n°3 c/o Ospedale di Spoleto San matteo degli Infermi Spoleto

Grafica e stampa

Annunci