Conferenza e Mostra per il 70° della Liberazione di Spoleto dal Nazi-Fascismo dal 14 al 21 Giugno alla Biblioteca “G.Carducci” di Spoleto

21 06 2014

Nel 70° anniversario della liberazione di Spoleto dal Nazifascismo alla
Biblioteca Comunale “G. Carducci” di Palazzo Mauri viene inaugurata
sabato 14 giugno alle ore 11 la mostra “La Resistenza in Umbria e a
Spoleto” da un’idea del sottoscritto dell’Associazione culturale “Terra
Umbra” Eggi-Spoleto, in collaborazione con il Comune di Spoleto e
l’A.N.P.I. di Spoleto, promossa e nel programma della candidatura Perugia Capitale
Europea dei Giovani 2017 (sito http://www.perugiaeyc2017.eu/it pagina facebook
PerugiaEuropeanYouthCapital 2017 Candidate-City)
Dopo i saluti del Sindaco di Spoleto Fabrizio Cardarelli interverranno
Gian Paolo Loreti, Presidente ANPI sez. di Spoleto, Ubaldo Santi,
scrittore, esperto in storia locale e Filippo Schiavetti Arcangeli,
nipote di Paolo Schiavetti Arcangeli Medaglia d’oro al Valore Militare
curaotore della mostra insieme al sottoscritto ed al personale della
Biblioteca Comunale “G.Carducci” di Spoleto.
Prevista anche la prolusione del Prof. Dino Renato Nardelli dell’ISUC
(Istituto di Storia dell’Umbra Contemporanea). Il contributo di Nardelli
verterà sulla memoria della Resistenza e della Liberazione, il ruolo
dell’ANPI e il contributo dei partigiani jugoslavi nella Resistenza in
Umbria e a Spoleto.
Negli spazi di Palazzo Mauri verranno installati dei panelli esplicativi
e didattici che forniranno, tramite riproduzioni di foto e documenti,
un excursus sui momenti più significativi della storia resistenziale in
Umbria. La biblioteca Comunale integrerà tale materiale con la
presentazione di cimeli e manifesti conservati negli archivi di Palazzo
Mauri. Si tratta di una selezione di manifesti, di documenti (come
quelli legati al primo Consiglio comunale a Spoleto dopo la Liberazione)
di rari articoli giornalistici.
La mostra, ad ingresso gratuito, sarà visibile a Palazzo Mauri fino a sabato 21 giugno
.Immagine





Il Novecento di Marguerite Caetani

1 10 2013

Convegno internazionale, 24-25 ottobre 2013

a cura di Sophie Levie, Jacqueline Risset, Bruno Toscano.
COMITATO D’ONORE:

Peter Benson Miller (Accademia Americana, Roma), Paola Bassani (Fondazione Giorgio Bassani, Codigoro), Cesare de Seta, Frank Druffner (Deutsche Literaturarchiv, Marbach), Maria Antonietta Grignani (Centro Tradizione Manoscritti, Pavia), Gloria Manghetti (Gabinetto Vieusseux, Firenze), Benedetta Origo, Carlo Ossola, Claire Paulhan, Pier Giacomo Sottoriva (Fondazione Roffredo Caetani, Sermoneta)

SEGRETERIA:

Caterina Fiorani, Domenico Rocciolo, Massimiliano Tortora

Giovedì 24 ottobre

15.00 Inizio lavori

15.15 Carlo Ossola, Introduzione

LE DUE GRANDI RIVISTE: “COMMERCE”, “BOTTEGHE OSCURE”

Moderatore: Giuseppe Antonio Camerino

COMMERCE

15.30 Sophie Levie

Marguerite Caetani in Paris before Commerce

15.50 Eve Rabaté

Commerce, «l’autre revue»

16.10 Laurence Brisset

La correspondance entre Marguerite Caetani et Jean Paulhan ou un commerce exquis

16.30 Caffè

BOTTEGHE OSCURE

16.50 Jacqueline Risset

Un nuovo Novecento

17.10 Paolo Tamassia

Al di là dell’impegno e dell’evasione

17.30 Laura Santone

Le “voci” di Botteghe Oscure, consenso e dissenso

17.50 Discussione

Visita al piano nobile del Palazzo Caetani

Oggi residenza dell’Ambasciatore del Brasile presso la Santa Sede (per gentile concessione)
Venerdì 25 ottobre

MARGUERITE CAETANI. UNA PRESENZA ISPIRATRICE

Moderatore: Cesare de Seta

9.30 Marella Caracciolo Chia

La Principessa americana

9.50 Desideria Pasolini

Marguerite tra Roma e Ninfa

10.10 Lauro Marchetti

Ricordi da un giardino

10.30 Caffè

11.00 Lorenzo Salvagni

Aggiunte americane al carteggio di Marguerite Caetani

11.20 Maria Cristina Misiti

La maison des amis des livres: la biblioteca di Marguerite

11.40 Discussione

12.00 Visita alla sede della Fondazione

13.00 Buffet

IL MECENATISMO DI MARGUERITE CAETANI: L’ARTE

Moderatore: Ester Coen

15.00 Marcelin Pleynet

Marguerite et l’Art

15.20 Paola Bonani

Presenze italiane nella collezione di Marguerite Caetani

15.40 Helleke Van den Braber

The patronage relationship between Edward Gordon Craig and Marguerite Caetani

16.00 Discussione

Visita al piano nobile del Palazzo

x-sidebar2





S’inaugura oggi ad Eggi la mostra dei presepi realizzata dagli abitanti

8 12 2012

 

Immagine

 

L’Associazione “Terra Umbra” Eggi-Spoleto invita i cittadini spoletini e tutti gli appassionati a visitare i presepi realizzati dagli abitanti della frazione di Eggi, che saranno esposti lungo le vie dell’antico borgo medievale.

 

L’inaugurazione della mostra dei presepi artigianali, inserita anche nel programma degli eventi natalizi del Comune di Spolto,  ci sarà oggi pomeriggio alle ore 15,30, alla presenza del Sindaco di Spoleto Daniele Benedetti , nei pressi delle fontane, da poco restaurate, all’inizio di via dei Pini,  nella parte inferiore della frazione.

 

I presepi , frutto della collaborazione e della passione degli abitanti, sono stati disposti lungo le vie del medievale borgo e del castello trecentesco, immerso nel verde e luogo di relax, saranno visitabili dall’8 Dicembre al 6 Gennaio 2013 nei week end e nei giorni festivi dalle ore 15,30 alle 20. Gli organizzatori hanno predisposto una cartina  per guidare la visita ai presepi, che può essere presa alla sede della Confraternita del Santissimo Sacramento, nei pressi del minimarket,  situata sul lato destro della via Giovanni Crivellini.

 Eggi vi aspetta per una passeggiata, alla scoperta dei suoi presepi.





Spoleto 6 Luglio 2012 ore 16 inaugurazione della targa dell’Unesco alla Basilica di San Salvatore

22 06 2012

Immagine





Conferenza sulla Croce Pinta del Maestro di Cesi il 16 Giugno durante “Giugno Cesano”

15 06 2012

SPOLETO –  Ancora protagonista uno dei gioielli custoditi presso il museo diocesano di via Saffi,  che in questo periodo già dalla pasqua, in occasione della mostra Cristo Patients,  ha avuto un ottimo risultato di visite e apprezzamenti. Si tratta della Croce Pinta  che dal 1974 è ospitata nel museo diocesano. In occasione della kermesse   “Giugno Cesano” a Cesi, si svolgerà  sabato 16 giugno alle ore 18 presso l’auditorium San Michele Arcangelo un incontro culturale avente per tema La Croce Pinta del XIV secolo attribuita al cosiddetto Maestro di Cesi. La conferenza sarà  tenuta dal giornalista e scrittore ferentillese Carlo Favetti con il coordinamento della Professoressa Loretta Santini. La Croce Pinta, un’ occasione questa per sapere numerose notizie su questo prezioso pezzo di arte sacra di tradizione popolare, sopratutto in Valnerina, nella diocesi di Spoleto, a cavallo tra il XIII e il XV secolo. “Questo esemplare di Croce sagomata – afferma Carlo Favetti  –  proveniente dalla chiesa parrocchiale di Santa Maria a Matterella di Ferentillo, e’  dal 1975 al museo diocesano di Spoleto e oggetto, di una importante mostra iconografica, ancora visitabile denominata Cristo Patients. Il pezzo risalente alla seconda  meta’ del XIV secolo, per analogie stilistiche al Crocefisso di Cerreto, potrebbe essere attribuito al cosiddetto “Maestro di Cesi”, un anonimo pittore attivo nello spoletino e in Valnerina. Il pezzo – continua Favetti – è stato restaurato di recente e si mostra con tutta la sua originalità inconfondibile. Il Cristo in croce al centro, con ai lati la Madonna e all’altro lato l’Evangelista Giovanni. Ai due estremi in orizzontale, due angeli a sinistra e a destra che raccolgono il sangue del crocifisso in un calice. A capo l’Onnipotente benedicente,  sotto il cartiglio con la classica scritta. Da queste figure – aggiunge –  l’autore dell’opera, accenna una velata e azzardata novità: uscire dallo schematismo che lo ha sempre legato a quelle linee arcaiche del genere pittorico dell’epoca, proiettandosi forse inconsapevolmente in nuovi orizzonti, anche se nel suo percorso artistico seppur breve, vari sono stati i tentativi di perfezionamento stilistico rintracciabili come detto, in quella pregevole e completa opera, ossia la Madonna in trono tra Angeli e Santi, realizzata su tavola a Cesi nel 1308. La fisionomia dell’artista, letta attraverso quest’opera, è quella di un umbro che aggiorna il suo iconico arcaismo consapevole anche di forme “cavalliniane”con una lettura acerba, ma appassionata, dello stesso Giotto. Per chi volesse saperne di può – conclude – potrà consultare il giorno della conferenza, il volume Ferentillo Segreta Storia di un Principato, dove,  un capitolo  intero, con tanto di foto, e’ dedicato a questa pregevole opera”.

 

 

 





Inaugurazione della mostra STELLA DI MARE di Greco a Bologna

27 04 2012
 
Image
 
 
Image
 
 
 
 
 
Image
 
Il ruolo della Galleria Wikiarte e dei suoi curatori Rubens Fogacci, Deborah Petroni e Davide Foschi in questa mostra è più che mai indispensabile, per fungere da elemento di raccordo tra un linguaggio tecnico ed uno accessibile per un
pubblico non solo appassionato d’arte ma anche curioso.
 Di Giulio Greco potremmo dire e scrivere tanto, ma riserviamo questo onere alle sue tele e alle sue carte, che per Lui scrivono un racconto iniziato in tempi lontani.
Vorremmo quindi incuriosirvi snocciolando qualche numero di ciò che in questa splendida mostra potrete ammirare, percepire, scrutare.
                Greco, classe 1949, una carriera artistica che dura da più di 40 anni, con all’attivo più di 50 mostre personali per altrettante collettive, tra cui anche la Biennale di Venezia; decine le partecipazioni a Fiere d’arte nazionali ed internazionali, tra cui: Bologna, Padova, Firenze, Genova, Parma, Pordenone, Berlino, Parigi, Barcellona, Madrid, Miami; pubblicazioni importanti in collaborazione con Mondadori; 30 tra recensioni e critiche dei migliori esperti del settore artistico; 8 scenografie per spettacoli teatrali.
                Le sue opere sono presenti in decine di gallerie d’arte italiane ed internazionali e per finire (anche se ancora di numeri ce ne sarebbero) nella mostra Stella di Mare saranno presenti 50 opere su tela e ben 30 tecniche miste su carte dove:
“Greco […] intraprende un viaggio onirico in sfumate atmosfere fiabesche vestite di tenui colori, che brillano a volte dei caldi gialli e rossi di fuoco, a volte del mistero notturno dei blu, dei viola e dei verdi.”
(tratto dal testo critico di Alessandra Pinchera)
Presentazione critica della mostra a cura di
Alberto D’Atanasio ed Alessandra Pinchera
Patrocinio
Regione Emilia Romagna
Sponsorizzata da:
Durata mostra:
dal 28 aprile al 10 maggio 2012
dal mercoledì al sabato dalle 10.30 alle 19.00 orario continuato
martedì e domenica dalle 15.00 alle 19.00
lunedì chiuso.
Ingresso libero
Catalogo in galleria
I nostri cordiali saluti
lo Staff
Galleria Wikiarte
Via San Felice 18
40122 Bologna
info@wikiarte.com




Sabato 10 settembre avrà luogo la presentazione del libro di Tita Tegano “RENATO BRUSON il volto, il gesto, il passo – 50 anni di canto teatrale 1961-2011”

5 09 2011

Gentilissimi,
abbiamo il piacere di informarVi che sabato 10 settembre avrà luogo la presentazione del libro di Tita Tegano “RENATO BRUSON il volto, il gesto, il passo – 50 anni di canto teatrale 1961-2011” che si terrà alle ore 11, 00  presso la Sala “Spoletium” del Palazzo Comunale di Spoleto.
Introduranno il Sindaco di Spoleto Daniele Benedetti e il Presidente del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli” Carlo Belli.
Interverranno Renato Bruson, Michelangelo Zurletti, Tita Tegano e Mauro Trombetta.
L’ingresso alla presentazione del libro, che sarà trasmessa in diretta streaming sul sito del Comune di Spoleto, è libero.
Ringraziando per l’attenzione restiamo a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione e inviamo cordiali saluti.
Claudio Lepore
Direttore Generale


TEATRO LIRICO SPERIMENTALE DI SPOLETO “A. BELLI”
Sede legale: Piazza Bovio, 1
06049 Spoleto (PG) – Italia
Sede organizzativa: Ex Caserma Minervio – Piazza Garibaldi
06049 Spoleto (PG) – Italia
tel. +39.0743.221645, fax +39.0743.222930
segreteria.artistica@tls-belli.it
www.tls-belli.it





In ricordo di Giovanni Antonelli, a due anni dalla scomparsa, e di Margherita Moriani Antonelli, sua moglie la presentazione del cofanetto con gli statuti del Comune di Spoleto del 1296 e del 1347

28 05 2011
Tutte le cittadine e i cittadini di Spoleto sono invitati per il giorno 4 giugno prossimo, alle ore 11.00, presso l’Archivio di Stato di Spoleto, alla presentazione, a cura dell’Accademia Spoletina, di un cofanetto contenente i volumi degli Statuti del Comune di Spoleto del 1296 e del 1347. Si ricorderanno inoltre i due curatori dei volumi, Giovanni Antonelli, a due anni dalla scomparsa, e Margherita Moriani Antonelli, sua moglie.
La vostra presenza sarà molto gradita.
Liana Di Marco
Presidente “Accademia spoletina”




FORMAZIONE CONTINUA: NUOVE REALTA’ E PROSPETTIVE

16 05 2011

I fondi  interprofessionali, la realtà di Fonditalia

FondItalia è lieta di invitarLa al convegno “Le nuove frontiere della formazione: il contributo del Fondo Interprofessionale FondItalia”, promosso ed organizzato dal Fondo in collaborazione con IEFO – Istututo Europeo di Formazione.

L’evento, che si terrà il 19 maggio 2011, dalle ore 15:00 alle ore 18:00, a Spoleto (PG) presso la Biblioteca comunale “G. Carducci” Palazzo Mauri – Via Brignone, 14 – è rivolto a tutti coloro che sono interessati a saperne di più circa i contributi alla formazione continua in impresa e consentirà di anticipare gli scenari della formazione continua nei prossimi anni e le opportunità di finanziamento a Sportello promosse dal Fondo Interprofessionale FondItalia.

Tutti coloro che sono interessati alla partecipazione, possono inviare una mail di conferma all’indirizzo comunicazione@fonditalia.org.

Il prof. Luca Filipponi in qualità di organizzatore e tecnico specializzato nell’attività europeistica ha espresso soddisfazione per questa iniziativa: “Sono molto felice di far partire da Spoleto una campagna informativa su nuove opportunità per le imprese. Quindi Spoleto può rappresentare una città a forte vocazione turistica e culturale in grado di poter ospitare iniziative di questo tipo sempre più importanti”.

Alla manifestazione interverranno:

Francesco Franco – Presidente di FondItalia e FederTerziario

Egidio Sangue – Vice Presidente di FondItalia e Segretario Nazionale Ugl Costruzioni

Giovanni Galvan – Vice Direttore di FondItalia

Stefano Testasecca – Direttore della formazione di HCTraining

Luca Filipponi – Presidente IEFO – Istituto europeo per la formazione e l’orientamento





Statuto dell’Associazione Terra Umbra

15 04 2011

COSTITUZIONE DI ASSOCIAZIONE REPUBBLICA ITALIANA

ATTO COSTITUTIVO

Il giorno 19 Febbraio 2009 alle ore presso l’abitazione di uno dei soci fondatori Alessandro Ciamarra ad Eggi in Via del Borgo 4, si sono riuniti i signori: ALESSANDRO CIAMARRA, nato a Spoleto il 7-10-1983, residente a Eggi in Via del Borgo 4, Spoleto, di professione studente.
ELISA BISTOCCHI, nata a Foligno il 14-06-1982 residente a Foligno in Via del Colle San Giovanni Profiamma, di professione web designer. 1°) I Signori Alessandro Ciamarra ed Elisa Bistocchi dichiarano di comune accordo di voler costituire, come di fatto con il presente atto costituiscono, una Associazione denominata TERRA UMBRA.
2°) L’associazione ha sede ad Eggi, temporaneamente presso l’abitazione del Signor Alessandro Ciamarra e cioè in Via del Borgo n° 4. La sede potrà essere trasferita in altro luogo per deliberazione del Consiglio Direttivo potranno essere istituite sedi e sezioni distaccate.
3°) L’associazione non ha scopi di lucro e si propone di fare ricerche e di realizzare produzioni e manifestazioni sui rapporti fra le Arti e sulle loro possibili convergenze, attuando ogni forma di collaborazione con persone, Enti e Istituzioni pubbliche e/o private, in Italia e/o all’estero per la più efficace realizzazione degli scopi statutari e per la diffusione e la valorizzazione dei prodotti e delle iniziative.
4°) La durata dell’Associazione è fissata a tempo indeterminato a far principio da oggi stesso.
5°) L’Associazione è retta dallo statuto che viene allegato al presente atto costitutivo come parte integrante e sostanziale.
6°) Sono organi dell’Associazione: Il Presidente, il Vicepresidente, il Consiglio Direttivo e l’Assemblea dei soci.
7°) I convenuti deliberano all’unanimità di nominare Presidente Alessandro Ciamarra e Vicepresidente Elisa Bistocchi; entrambi dichiarano di accettare la carica conferita.

STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE “TERRA UMBRA”

Art. 1 – E’ costituita l’Associazione denominata Terra Umbra.
La sede legale dell’Associazione viene ora stabilita a Eggi in Via del Borgo 4. Il consiglio Direttivo, con deliberazione verbalizzata può decidere di trasferire in qualunque altra località la sede legale, senza che tale deliberazione comporti modifiche allo statuto.
Possono essere istituite sedi e/o sezioni in Italia e/o all’estero, a seguito di appostia deliberazione verbalizzata da parte del Consiglio Direttivo; ciascuna sede o sezione dovrà essere regolamentata da apposite norme deliberate dal Consiglio Direttivo. La durata dell’Associazione è illimitata.
L’associazione non persegue scopi di lucro.

Art. 2 – Sono scopi dell’Associazione: a) effettuare ricerche e sperimentazioni sui rapporti fra tutte le Arti, a livello storico e contemporaneo; b) individuare nuove possibili convergenze fra i diversi linguaggi artistici; c) realizzare produzioni e manifestazioni conseguenti; d) organizzare mostre , spettacoli, corsi, seminari, convegni e concorsi; e) effettuare riprese audio-video, produrre CD e DVD, pubblicare testi; f) attuare ogni forma di collaborazione con persone, Enti e Istituzioni pubbliche e/o private, in Italia e all’estero, per la più efficace realizzazione degli scopi statutari e per la diffusione e la valorizzazione dei prodotti e delle iniziative.

Art. 3 – Sono organi dell’Associazione: il Presidente, il Vicepresidente, il Consiglio Direttivo, e l’Assemblea dei Soci.
Al Presidente spettano i poteri della gestione ordinaria e straordinaria e rappresenta l’Associazione a tutti gli effetti. Il Presidente, nominato contestualmente alla firma dell’atto costitutivo, rimane in carica un quinquennio e può essere rinnovato per un periodo uguale o inferiore.
Il Vicepresidente, nominato contestualmente alla firma dell’atto costitutivo, coadiuva il Presidente e lo sostituisce a tutti gli effetti in caso di necessità. Rimane in carica un quinquennio e può essere rinnovato per un periodo uguale o inferiore.
Sia il Presidente che il Vicepresidente possono presentare per iscritto le dimissioni, motivandole adeguatamente, in qualunque momento: in questi casi l’Assemblea dovrà adottare le deliberazioni conseguenti.
Il Consiglio Direttivo può nominare un Presidente e un Vicepresidente onorari, senza diritto ala voto.

Art. 4 – Il Consiglio Direttivo esamina e approva, deliberando a maggioranza, tutti i progetti e tutte le proposte di attività, nonché i bilanci preventivi e i conti consuntivi.
Per il primo quinquennio il Consiglio Direttivo è formato dai tre sottoscrittori dell’atto costitutivo. Possono essere eventualmente cooptati, per specifiche finalità o necessità , uno o più Soci fra tutte le categorie di Soci previste nel presente statuto.

Art. 5 – L’Assemblea convocata dal Presidente, si riunisce almeno una volta l’anno per discutere sui programmi e sui bilanci. Alle Assemblee possono partecipare tutti i Soci delle diverse categorie previste, hanno diritto di voto i Soci Ordinari e i Soci Sostenitori. Le deliberazioni vengono adottate a maggioranza. L’Assemblea elegge i membri del consiglio Direttivo alla scadenza prevista, o in caso di dimissioni, e i tre revisori dei conti.

Art. 6 – Sono previste le seguenti categorie di Soci: Ordinari, Collaboratori, Sostenitori, Onorari. Sono Soci Ordinari coloro che versano annualmente la quota stabilita dal Consiglio Direttivo; sono Soci Collaboratori coloro che partecipano soltanto temporaneamente o saltuariamente alle attività dell’Associazione; sono Soci sostenitori coloro che contribuiscono alla realizzazione degli scopi statutari e/o di singoli programmi; sono Soci Onorari personalità del mondo dell’arte, della cultura, della politica, della pubblica amministrazione.
Tutti i Soci sono nominati dal Consiglio Direttivo.
Ciascun Socio è tenuto a svolgere le funzioni e le prestazioni che risulteranno utili e necessarie per la migliore e completa realizzazione degli scopi statutari, in base alle specifiche competenze e funzioni attribuite. Per le prestazioni effettuate ciascun socio ha diritto; oltre al rimborso delle spese sostenute e documentate, a un compenso adeguato, calcolato in base alle disponibilità del bilancio e liquidato a fronte della presentazione della documentazione richiesta.
Ogni Socio può essere espulso per inefficienza, per morosità o per comportamenti contrari agli interessi dell’Associazione e che possano comunque compromettere il buon nome dell’Associazione e il miglior esito delle attività.

Art. 7 – Il patrimonio dell’Associazione è costituito : a) da tutto il materiale che i soci doneranno o metteranno a disposizione dell’Associazione ; b) dai beni mobili e immobili comunque acquisiti; c) dai proventi derivanti dalle attività dell’Associazione; d) da contributi e/o sovvenzione e/o sovvenzioni e/o donazioni e/o partecipazioni da parte di persone e da parte di Enti e Istituzioni pubbliche o private.
Ogni atto concernente il patrimonio deve essere deliberato all’unanimità dal Consiglio Direttivo , sentita l’Assemblea dei Soci.
Le rendite provenienti dai beni costituenti il patrimonio così come i proventi derivanti da eventuali alienazioni devono essere utilizzati esclusivamente a beneficio dell’Associazione e delle sue attività.
In caso di scioglimento, che dovrà essere deliberato dalla maggioranza dei due terzi degli aventi diritto al voto, tutti i beni esistenti all’atto dello scioglimento dovranno essere alienati alle migliori condizioni e i proventi, eliminata ogni eventuale pendenza, dovranno essere impiegati esclusivamente, fino a loro esaurimento, per la realizzazione degli scopi statutari.

Art. 8 – Per quanto non esplicitamente previsto, si fa riferimento alle leggi e alle disposizioni vigenti.

Con approvazione dell’Agenzia delle Entrate ufficio di Spoleto 24 Marzo 2009.

Il giorno 15 Novembre 2012 la Sig. ra Elisa Bistocchi ha dato le dimissioni dall’Associazione.