IL TOPINO SI RIEMPE DI VITA MEDIEVALE A VALTOPINA

1 07 2011

Siamo arrivati, alla vera novità del palio di san Bernardino di valtopina
giunta alla sua VI edizione. Stasera ci sarà: ” la sera del
palio”. Il vero protagonista in questa 5^ giornata, sarà il percorso
fluviale, ed il campo Alessandria, nei quali, il tempo e l’atmosfera,
i profumi, la scenografia, riusciranno a far tornare indietro il tempo e
la storia. Valtopina, questa sera sarà vestita a festa. Il percorso verde
lungo il fiume, oltre ad essere illuminato con luci e torce, si potranno
ammirare: mestieri, botteghe, tiratori con la Balestra, Arcieri, un
accampamento medioevale grazie alla partecipazione della ” Bottega di
merlino” armeria, specializzata nel periodo storico medioevale di
Fossato di Vico, nel piccolo anfiteatro sul fiume Topino, Stelvio
Sardella, presenterà con il suo gruppo teatrale, momenti di storia vissuta
del territorio, e al campo “Alessandria” adiacente al fiume,
presenterà il suo nuovo look, ci sarà, l’ormai, consolidata gara dei
tamburini regionale. E’ stata una lunga e laboriosa la preparazione
dell’Ente per l’organizzazione questa serata, e grazie alla
preziosa collaborazione dei tre Castelli: Poggio, Pasano, Serra, all’
Associazione Medioevo Fossatano di Fossato di Vico ed il loro gruppo di
Arcieri guidata da Enrico Giovagnini, l’Associazione
“Wandum” Balestrieri di Gualdo Tadino con il maestro d’armi
Gianni Proietti, la Quintana di Foligno, si spera di far rivivere ai
valtopinesi ed agli ospiti, una serata che rimarrà negli annali del palio
di San Bernardino. Saranno circa 100 i personaggi che in costume
d’epoca che presenzieranno il percorso fluviale, senza considerare le
10 squadre che parteciperanno alla gara dei tamburini, e con la ”
Notte del palio” si è fortemente voluto presentare un programma che
riesca ad aprire nuovi orizzonti di sviluppo del palio, ormai entrato nel
cuore del valtopinesi, del territorio, e dell’intera regione e deve
essere un’occasione importante per far conoscere questo angolo di
Valtopina. Questa manifestazione così giovane ma altrettanto attenta,
meticolosa, nel proporre la realtà medioevale, sta facendo grandi passi
avanti sotto ogni aspetto, basti pensare alle presenze di queste prime tre
serate nelle vie di Valtopina, e la più grande soddisfazione, è quella che
cammina con le proprie gambe, grazie al lavoro dei valtopinesi.





IL 3 LUGLIO ALLE ORE 17 MARCELLO BEMPORAD PRESENTERA’ A SPOLETO IL SUO ULTIMO LIBRO “DUECENTO E PIÙ ANNI”

1 07 2011

Domenica prossima alle ore 17 a Spoleto, presso il Centro Culturale “Polidarte”, in piazza della Signoria , il Prof. Marcello Bemporad sarà intervistato dalla giornalista Rosanna Mazzoni in occasione della presentazione dell’ultimo libro del manager romano: “Duecento e più anni”. All’incontro interverranno per un saluto introduttivo Annamaria Polidori, Presidente ed animatrice del Centro Culturale, Luca Filipponi, Presidente dell’Istituto europeo e dello Spoleto Festival Art.

Marcello Benporad già Direttore generale della presidenza del consiglio è stato ideatore ed attuatore di alcune istituzioni fondamentali  per la cooperazione politica ed istituzionale tra Roma e Bruxelles.

Attualmente svolge un ruolo organizzativo ed istituzionale per la cooperazione Europa – Usa ed in questo libro racconta la storia della Sua famiglia, una di quelle che a tutti gli effetti hanno la storia dell’italia con personaggi di primo piano che vanno dall’editoria alla scienza, dalla pubblica amministrazione alla cultura.

Così Benporad si esprime su questa iniziativa: ” Sono ben felice di presentare il mio libro a Spoleto città simbolo della cultura in quanto la mia famiglia è stata ed è legata fortissimamente alle realtà culturali e territoriali. In fondo leggere questo libro è sicuramente un modo indiretto e personale per ripercorrere le tappe dell’Unità e della storia d’Italia.”

Luca Filipponi